Epimedium

6,009,00
Svuota

COD N/A Categoria Tag ,


Condividi

Epimedium ‘Domino’

  • Questa varietà è una delle prime che abbiamo coltivato ed è anche una delle nostre preferite. La capacità di adattamento, il vigore, la fioritura abbondante abbinata al fogliame giovanile variegato la rendono ideale per chi vuole cominciare a conoscere questo genere. Il fiore è grande ed ha la forma considerata tipica del genere Epimedium. Da questa deriva il soprannome di “Berretto degli Elfi”, anche se a mio avviso sarebbe più corretto definirlo come “Berretto dei Giullari”. Il fiore è formato da sepali biancastri di sviluppo limitato tanto da non coprire il petalo sottostante. Il colore bianco rosato dei petali si accentua verso il centro del fiore sino a formare un cuore porpora. I fiori sono numerosi e portati su steli fiorali alti anche 60 cm. La pianta fiorisce ad aprile ma la sua fioritura può prolungarsi durante tutto l’anno anche se con risultati meno appariscenti.
  • Pianta sempreverde particolarmente adatta alla coltivazione in vaso. Il fogliame giovane è chiazzato irregolarmente con colori che vanno dal rosso-ramato al marrone. Una volta adulte le foglie ritornano verdi.
  • La varietà è stata creata e introdotta in commercio da Darrel Probst nel 2004.
  • altezza 60 cm. larghezza 100 cm. Resistenza al freddo fino a -10,-20°C.

Questa varietà è in fase di riproduzione. Ritornerà disponibile a fine settembre.

Epimedium wushanense
Epimedium wushanense

Epimedium wushanense

  • Ottimi per il giardino e la coltivazione in vaso. Si tratta di piante che si sviluppano molto sia in dimensioni che come quantità di fogliame. I fiori hanno colori tenui ma sono di medie-grandi dimensioni e portati su lunghi steli alti 50-60 cm. Di particolare pregio sono le foglie, numerose e composte da foglioline allungate e appuntite con un aspetto spinoso. Appena formate hanno una marcata variegatura rosa scuro e bronzo. Il nome è stato definito dal botanico cinese Ying Tsun-shen in onore della montagna di Wu Shan nel Sichuan da dove proviene questo Epimedium. Con lo stesso nome si possono trovare in commercio anche piante con fiori più chiari e infiorescenze basse e compatte chiamate “Ogisu’s form”.  Altezza 130 cm. e larghezza 35 cm. Sempreverdi. (resistente fino a -10,-20°C)

Questa varietà è attualmente disponibile. Se desideri acquistarla vai in cima alla pagina e clicca su “scegli un’opzione”. Si aprirà un elenco con le varietà. Clicca sul nome della varietà che desideri e inseriscila nel carrello.

 

 

 

fargesii 'Pink Constellation'
fargesii ‘Pink Constellation’

Epimedium fargesii ‘Pink Constellation’

  • Varietà della specie Epimedium fargesii da cui si distingue solo per la colorazione più carica dei fiori. Per chi vuole una “costellazione ” di fiori rosa-lilla questa è la varietà ideale. I fiori, numerosi su lunghi steli fioriferi e con una silhouette semplice e slanciata, danno una impronta allegra e gioviale nel punto del giardino in cui sono stati inseriti. Questa varietà piace per la leggerezza della fioritura e la forma slanciata del singolo fiore. I sepali, di colore rosa con una leggera tonalità lilla, aprendosi si riflettono leggermente all’esterno e vanno a ricoprire i petali di colore lilla intenso e forniti di un piccolo sperone. Ma quello che caratterizza maggiormente il fiore sono gli stami; lunghi, molto evidenti e orientati verso terra. Terminano con delle antere e polline verdastro. Steli fiorali lunghi sino a 27 cm. Fiorisce ad aprile.
  • Pianta sempreverde con foglioline strette e allungate (lunghe 4-10 cm. e larghe 1,5-3 cm.). Le foglie giovani hanno una colorazione rame abbastanza omogenea che vira al verde col passare del tempo. La pianta è abbastanza vigorosa e adattabile alle condizioni classiche già descritte per il genere.
  • Il nome della specie ha origine dal nome dello scopritore; Farges Paul che la raccolse nel Sichuan nel 1894 a 200-1700 metri di altitudine. Altezza 25cm. Larghezza 30 cm. (resistenza al freddo -10;-20 °C)

Questa varietà è attualmente disponibile. Se desideri acquistarla vai in cima alla pagina e clicca su “scegli un’opzione”. Si aprirà un elenco con le varietà. Clicca sul nome della varietà che desideri e inseriscila nel carrello.

Epimedium leptorrhizum 'Mariko'
Epimedium leptorrhizum ‘Mariko’

Epimedium leptorrhizum ‘Mariko’

  • Si tratta di una varietà della specie botanica; Epimedium leptorrhizum. Fiori grandi bicolre valorizzati dal fogliame giovane con screziature rosso-rame.
  • Questa varietà ha dei fiori più colorati rispetto alla specie originaria. I sepali sono di un bel rosa e sono molto sviluppati coprendo quasi completamente i petali speronati di colore bianco rosati. Petali e sepali sono molto sottili e accentuano la forma del fiore. Gli stami sono ben evidenti sporgendo nella parte centrale dalla corolla. Fioritura precoce verso la fine di marzo.
  • Pianta sempreverde. Foglie giovani  con screziatura marmorizzata rosso-rame. Diventando adulte le foglie assumono un bel colore verde e consistenza coriacea. I fiori sono in parte frammisti alle giovani foglie colorate ma ben sopra le vecchie rimaste durante l’inverno. I rizomi formano un aggregato non molto compatto.
  • Non ci sono molte informazioni riferite sull’origine della varietà ‘Mariko’. Invece per quanto riguarda la specie botanica E. leptorrizum proviene dalla zona di Sichuan. Sembra che sia stata raccolto nel 1898 da Emile-Marie Bodinier nel Guizhou. Per molto tempo non è stata bel classificata. Nel 1933 la pianta fu correttamente identificata acquisendo la nomenclatura attuale. In un secondo momento Mikinori Ogisu l’ha reintrodotto dal Sichuan valorizzando l’uso nei giardini occidentali. Altezza 20cm., larghezza 30cm. (resistenza al freddo fino a -10; -20 °C)

Questa varietà è attualmente disponibile. Se desideri acquistarla vai in cima alla pagina e clicca su “scegli un’opzione”. Si aprirà un elenco con le varietà. Clicca sul nome della varietà che desideri e inseriscila nel carrello.

Epimedium stellulatum 'Yukiko'
Epimedium stellulatum ‘Yukiko’

Epimedium stellulatum ‘Yukiko’

  • Varietà della specie botanica Epimedium stellulatum con fioritura abbondante e appariscente esaltata dal contrasto con il fogliame color bronzo.
  • Questa varietà è apprezzata per l’abbondante fioritura e per la delicatezza estetica dei fiori bianchi portati da lunghi steli fiorali talmente sottili da farli sembrare sospesi nell’aria. Infatti il termine “stellulatum” deriva dalla similitudine con l’immagine di un cielo cosparso da un ammasso di stelle.  Il fiore è leggermente diverso da quello “tipico” degli Epimedium. In questo caso i sepali bianchi sono la parte del fiore più evidente, mentre i petali gialli sono ridotti e brevemente speronati. Il fiore è esteticamente arricchito dalle antere scure sporgenti. Fioritura medio precoce; prima metà di aprile.
  • Pianta sempreverde con foglie giovani variegate con macchie rosso-brune. Le foglie, a forma di cuore, una volta adulte assumono il colore verde.
  • Questa varietà è stata introdotta da un appassionato di Epimedium: Mikinori Ogisu.
  • Altezza 20 cm e larghezza 30 cm. (resistenza al freddo fino a -10;-20 °C)

Questa varietà sarà disponibile da fine settembre.

Epimedium ogisui
Epimedium ogisui

Epimedium ogisui

  • Specie botanica di particolare eleganza e semplicità. Il fiore è completamente bianco candido con stame e pistilli nascosti. La fioritura risalta nettamente sul fogliame giovane di colore rame con chiazze verdastre.
  • Questa specie è apprezzata in particolare dagli amanti dei fiori bianchi. I sepali sono molto sviluppati e coprono quasi completamente gli sperono dei petali. La fioritura è precoce (fine marzo). Le infiorescenze non sono perfettamente verticali. Per questo motivo durante la fioritura le corolle bianche appaiono frammiste al fogliame giovane di color rame creando un contrasto che esalta le caratteristiche di entrambi. In seguito le foglie diventano verdi.
  • Pianta sempreverde. Gli esemplari raccolti in natura erano localizzati in zone particolarmente umide; vicino a delle cascate. Nonostante questo le esigenze pedoclimatiche di questa specie non sembrano molto diverse rispetto agli altri Epimedium. Come in altri casi basta garantire terreno fresco, ben drenato e ricco di humus. La pianta forma un rete di rizomi non compatta e facilmente divisibile. Tende a comportarsi come un coprisuolo.
  • Specie dedicata al botanico Mikinori Ogisui che raccolse classificò e diffuse molte specie di Epimedium. La pianta è originaria del Sichuan (Lushan) e sembra sia stata raccolta a 900 – 1000 metri di altitudine.
  • altezza 20 cm. larghezza 50 cm. (resistenza al freddo fino a -10; -20°C)

Questa specie è in fase di riproduzione e sarà disponibile da fine settembre.

Epimedium brachyrrhizum
Epimedium brachyrrhizum

Epimedium brachyrrhizum

  • Varietà caratterizzata dai fiori molto grandi (fino a 4 cm.), per la fioritura precoce (già a fine marzo) e per i contrasti di colore tra il fiore e il fogliame. Durante la fioritura le foglie nuove non sono ancora molto sviluppate e il contrasto avviene soprattutto tra il colore del fiore e il fogliame adulto che a causa del freddo invernale assume una colorazione marrone.
  • Questa specie viene scelta per la dimensione del fiore e per la colorazione. I fiori sono portati appena sopra la vecchia vegetazione e sono frammisti alle giovani foglie color rame. Sepali e petali sono tutti rosa chiaro. Il rosa dei petali diventa più carico nella parte centrale del fiore mettendo ben in evidenza gli stami con le antere gialle. Fioritura a marzo. Altezza 30cm., larghezza 30cm. (resistenza al freddo fino a -10, -20 °C)

Questa varietà è in fase di riproduzione e sarà disponibile da fine settembre.

Epimedium davidii
Epimedium davidii

Epimedium davidii

  • Tra gli Epimedium di colore gialli in commercio questa è una delle specie più belle.
  • In questa specie gli speroni pei petali sono meno incurvati verso il basso rispetto al fiore “tipico” degli Epimedium tradizionali. I sepali presenti all’attaccatura del fiore sono piccoli e di colore rossastro contrastando bene con il colore del fiore. Gli steli fiorali e fogliari sono, anche loro, di colore bruno rossastro. La fioritura è ben posizionata sopra le foglie ed avviene nel mese di aprile. Occasionalmente rifiorisce durante l’anno mantenendo sempre la sua bella colorazione gialla.
  • Pianta sempreverde con foglie tondeggianti. Le foglie appena formate hanno una screziatura irregolare con diverse tonalità bruno ramato che col tempo lasciano il posto al verde. Non si tratta di un coprisuolo vero e proprio ma crescendo la pianta tende ad allargarsi parecchio. Il rizoma di una pianta adulta è abbastanza compatto.    Altezza: 30 cm. larghezza: 45 cm.
  • Questa specie botanica è una delle prime descritte di origine cinese (1885) in seguito inserite in coltivazione da Martyn Rix. La pianta è stata trovata nelle foreste di Sichuan, in zone fresche ed umide a 1400-3000 metri di altitudine. Specie dedicata a Armand David che nella seconda metà dell’ottocento ha individuato e descritto ben 189 nuove specie botaniche nei pressi di Sichuan. A lui sono state dedicate molte specie (Davidia involucrata, Acer davidii, Corydalis davidii…..) ma a noi interessa particolarmente perchè la storia di questo missionario si intreccia con la scoperta dell’ Helleborus thibetanus. L’Helleborus thibetanus è stato descritto da Franchet nel 1885 da esemplari raccolti nel 1869 da Armand David a  Baoxing in Sichuan. Altezza 30cm, larghezza 40cm. (resistenza al freddo sino a -10,-20°C).

Questa specie è in fase di riproduzione e sarà disponibile da fine settembre.

Pianta e fiori di Epimedium ilicifolium in vendita.
Pianta e fiori di Epimedium ilicifolium in vendita.

Epimedium ilicifolium

Gli esemplari attualmente in commercio di questa specie provengono da una recente introduzione di Darrell Probst  che nel 2001 la inserì in produzione dopo averla raccolta in una zona montuosa, punto di incontro tra le provincie di Sichuan, Hubei e Shaanxi. In realtà, questa specie era già conosciuta da tempo perché era stata precedentemente raccolta nel 1998 da Mikinori Ogisu e coltivata da Robin White con la denominazione di “Epimedium a foglie di agrifoglio dello Shaanxi occidentale”. La peculiarità di questa pianta sempreverde sono le foglie: allungate, coriacee, appuntite col bordo provvisto di inoffensive spinette.  Le foglie, che si formano in primavera sono rossastre, in seguito diventano verde chiaro e a maturità di un bel verdone lucido. I fiori abbastanza numerosi sono portati da steli sufficientemente alti ( 25 cm.) da permetterne una buona visione sopra il fogliame giovane. I fiori appaiono di colore giallo chiaro con sepali tendenti al crema e petali gialli con speroni leggermente arricciati verso il centro del fiore. Questa pianta viene inserita in giardino prevalentemente per il fogliame anche se il contrasto tra le giovani foglie e i fiori durante tarda primavera è sicuramente meritevole. Altezza 25 cm., larghezza 30 cm. Resistenza al freddo da -10 a -20°C.

Questa varietà è attualmente disponibile . Se desideri acquistarla vai in cima alla pagina e clicca su “scegli un’opzione”. Si aprirà un elenco di varietà. Clicca sul nome dell’Epimedium che desideri e inseriscilo nel carrello.

Epimedium wushanense 'Caramel'
Epimedium wushanense ‘Caramel’

Epimedium wushanense ‘Caramel’

Il carattere che più mi ha colpito di questa varietà è il colore dei fiori. I sepali sono di colore bianco crema e i petali sono colore caramello con lunghi speroni, terminanti con una punta gialla e parte basale dei petali, verso il centro del fiore, con sfumatura porpora marrone. Questo colore, per quanto delicato ed elegante, se visto da vicino, tende a perdersi nel complesso del giardino. Le sue notevoli dimensioni (130 cm di altezza e 30 cm di larghezza) e l’abbondante fogliame, compensano, in buona parte, il tenue contrasto cromatico guadagnando un posto di rilievo tra le specie preferite.  L’origine di questa specie solleva ancora alcuni dubbi. La varietà proviene da una selezione di Ogisu ma secondo alcuni ( Darrel Probst) la pianta in questione è troppo diversa rispetto alla specie dichiarata come originaria: Epimedium wushanense. Per questo motivo alcuni ritengono che sia più corretto chiamarlo Epimedium x ‘Caramel’. Le foglie sono abbondanti, grandi. allungate e appuntite. Il fogliame giovane è assieme a Epimedium ‘Domino’ e Epimedium ‘Pink Champagne’, tra i più belli che si possono trovare nel genere. Le foglie giovani, infatti, sono marcatamente marmorizzate di color bronzo.  La fioritura è abbastanza tardiva, durante il mese di aprile, e avviene contemporaneamente alla emissione delle foglie maculate. Altezza 130 cm., larghezza 30cm. Resistenza al freddo da -10 a -20°C.

Questa varietà è attualmente disponibile. Se desideri acquistarla vai in cima alla pagina e clicca si “scegli un’opzione”. Si aprirà un elenco di varietà. Clicca sul nome dell’Epimedium che desideri e inseriscilo nel carrello.

Epimedium 'Pink Champagne'
Epimedium ‘Pink Champagne’

Epimedium ‘Pink Champagne’

 

Tra gli Epimedium in commercio, quello che ha tutte le “carte in regola” per conquistare il mercato, è proprio il ‘Pink Champagne’. I fiori abbondanti, di un bel rosa, portati da lunghi steli fiorali, ben sopra al fogliame giovane fortemente variegato , rendono questa varietà tra le più spettacolari, oggi disponibili. Forse, sono proprio queste caratteristiche qualitative che le hanno avvalso il meritevole nome di “Elf Orchid” ,con cui era conosciuta in passato. Si tratta di una pianta di dimensioni medie (altezza 30 cm., larghezza 35cm.) e, viste le sue qualità, merita in giardino un posto in prima fila assieme ad una vegetazione bassa in grado di non prevaricarla. ‘Pink Campagne’ è considerata da molti come la migliore varietà che ci ha “regalato” Darrel Probst. Non servirebbe entrare nei particolari descrittivi dato che la foto abbinata a questo testo è sufficiente per capirne il valore estetico. Ma per correttezza professionale è necessaria una descrizione più dettagliata:  I fiori sono formati da sepali rosa che si appoggiano ai petali senza riuscire a coprirli completamente. I petali, anch’essi rosa, hanno lunghi speroni terminanti con una punta color crema, mentre nella parte basale, verso il centro del fiore, il colore diventa talmente accentuato da sembrare porpora. La varietà è sempreverde, con fogliame compatto e denso. Le foglie giovani compaiono ad aprile in contemporanea ai fiori.  La loro forma lanceolata è arricchita da una marcata spruzzatura porpora. Terminata la fioritura le foglie riprendono il colore verde. Altezza 30cm., larghezza 35cm. Resistenza al freddo fino a -10,-20°C.

Questa varietà è in fase di riproduzione e sarà di nuovo disponibile da fine settembre.

Epimedium grandiflorum 'Bandit'
Epimedium grandiflorum ‘Bandit’

Epimedium grandiflorum  var higoense ‘Bandit’

 

Se lo slogan ‘piccolo è bello’ dovesse essere applicato agli Epimedium, la varietà ‘Bandit’ risulterebbe tra le migliori a rappresentarlo (altezza 15-30 cm., larghezza 30 cm.). Cercate qualcosa di prorompente in grado di emergere prepotentemente in giardino?  Evitate di continuare a leggere, questa varietà non è quello che cercate!  Durante il periodo di fioritura, un’incantevole ‘nuvola’ di fiori bianco candido, si ergono sospesi su steli porpora, esaltando la bellezza del fogliame che da sola meriterebbe un riconoscimento. Le foglie del ‘Bandit’ sono uniche: piccole, cuoriformi, verde chiaro marcatamente bordate da un profilo porpora scuro, quasi nero. L’effetto nel complesso è molto aggraziato e sembra quasi una piccola composizione floreale creata per un’occasione. Terminata la fioritura le foglie perdono la bordatura e la pianta si presenterà come un comune piccolo ciuffetto di foglioline cuoriformi. Come tutti gli Epimedium grandiflorum ama i terreni acidi, freschi, ben drenati e con umidità costante. Se il terreno perde l’acidità la pianta formerà delle foglie clorotiche. Se non vi ricordate di bagnare la pianta sarà fortemente danneggiata da un colpo di secco. L’insieme di queste caratteristiche rendono la varietà ‘Bandit’ un pò difficile da inserire in giardino. A causa delle sue piccole dimensioni si rischia di “perderla” sopraffatta da piante più aggressive. Mentre la coltivazione in vaso richiede una “cura da bonsai” con bagnature o spruzzature quotidiane. La sistemazione migliore è in un   giardino roccioso ombreggiato. Nel giardino roccioso le piante inserite non sono quasi mai invadenti e l’organizzazione dello spazio ne esalta le caratteristiche. Infine è utile ricordare che come tutti gli E.  grandiflorum anche in questo caso in inverno le foglie seccano.  Se osservate i cataloghi e i testi che descrivono gli Epimedium vi accorgerete della straordinaria somiglianza tra la varietà ‘Bandit’ e la varietà ‘Saturn’. Dopo anni di coltivazione noi abbiamo deciso di considerare le due varietà indistinguibili e di raggrupparle entrambi sotto il termine ‘Bandit’. Altezza 15-30 cm., larghezza 30cm.. Resistenza al freddo sino a -10,-20°C.

Questa varietà è attualmente disponibile. Se desideri acquistarla vai in cima alla pagina e clicca su “scegli un’opzione”. Si aprirà un elenco di varietà. Clicca sul nome dell’Epimedium che desideri ed inseriscilo nel carrello.

Epimedium X 'Amanogawa'
Epimedium X ‘Amanogawa’

Epimedium x ‘Amanogawa’

Questa varietà è chiamata anche “Milky Way” per la grande quantità di fiori portata da lunghi steli. Ma questa denominazione, ora in disuso, è fuorviante perché i suoi fiori non sono bianchi come stelle, ma al contrario sono caratterizzati dal piacevole e “primaverile” contrasto tra i sepali bianco candido e i petali color rame terminanti con corti speroni ad apice giallo. I sepali sono molto sviluppati ed estroflessi come ad imitare le ali di una farfalla posta sul sottile stelo. La pianta produce molti fiori ben al di sopra del giovane fogliame screziato di rosso. Col tempo le foglie perdono la screziatura riacquistando il colore verde classico e rimarranno vitali per tutto l’inverno. Questa varietà, facile da coltivare, di dimensioni medio piccole (altezza 30 cm., larghezza 30cm.), è stata ottenuta dall’incrocio tra E. acuminatum ed E. dolichostemon. Resistenza al freddo fino a -10,-20°C.

Questa varietà è attualmente disponibile. Se desideri acquistarla vai in cima alla pagina e clicca su “scegli un’opzione” . Si aprirà un elenco di varietà. Clicca sul nome dell’Epimedium che desideri e inseriscilo nel carrello.

stellulatum 'Wudang Star'
stellulatum ‘Wudang Star’

Epimedium stellulatum ‘Wudang Star’

Il nome della varietà proviene dal luogo del ritrovamento di questa pianta: il Monte Wudang nel Sichuan, in Cina. Roy Lancaster trovò questa specie allo stato spontaneo nel 1983 tra le pietre del Tempio Delle Nuvole Rosa, ormai in rovina, e poco dopo comparve nei cataloghi dei vivaisti. Questo Epimedium produce lunghi steli fiorali ricchi di fiori bianchi. I sepali di colore giallo rame sono talmente piccoli da risultare nel complesso ininfluenti nel determinare l’aspetto dell’infiorescenza che appare perciò come un cielo cosparso di piccole stelle bianche, da cui il nome di stellulatum.  Come per molti Epimedium le foglie giovani hanno una marmorizzazione marrone che andrà a scomparire con la maturità. Le foglie cuoriformi permangono durante l’inverno e nel caso risultassero rovinate se ne consiglia il taglio parziale nel mese di febbraio. L’aspetto curioso di questa varietà è nel nome. Infatti ,trattandosi di una specie spontanea, non dovrebbe avere il nome varietale ‘Wudang Star’ : una delle tante stranezze che spesso trovo nella classificazione delle piante e a cui non riesco, per ora, a darvi una spiegazione. Altezza 30cm., Larghezza 30cm. Resistenza al freddo fino a -10,-20°C.

Questa varietà è attualmente disponibile. Se desideri acquistarla vai in cima alla pagina e clicca su “scegli un’opzione’. Si aprirà un elenco di varietà. Clicca sul nome dell’Epimedium che desideri e inseriscilo nel carrello.

foto di x youngianum 'Tamabotan'
Epimedium x youngianum ‘Tamabotan’

Epimedium x youngianum ‘Tamabotan’

La prima caratteristica che si nota vedendo quest’Epimedium  è il fiore, di dimensioni medie, apparentemente doppio. In realtà la corolla è formata da quattro sepali e quattro petali, tutti fondamentalmente rosa-lilla con sfumature verso il bianco, nella parte centrale dei sepali, e all’apice degli speroni. I sepali sono abbastanza grandi, tanto da avvicinarsi alla punta degli speroni. I petali hanno l’imboccatura dello sperone tanto dilatata, da imitare un petalo addizionale, responsabile dell’effetto “fiore doppio”. Gli Epimedium x youngianum sono ibridi ottenuti dall’incrocio tra E. diphyllum ed E. grandiflorum. Le foglie vengono perse durante il periodo invernale e ricompariranno in primavera con una bella colorazione rame, come quella degli steli fiorali. Terminata la fioritura le foglie ritorneranno verdi. Questa pianta vuole terreni freschi e acidi, oltre che esposizioni ombreggiate.  Altezza 20 cm., Larghezza 30 cm. Resistenza al freddo fino a -10,-20°C.

Questa varietà è attualmente disponibile. Se desideri acquistarla vai in cima alla pagina e clicca su “scegli un’opzione”. Si aprirà un elenco di varietà. Clicca sul nome dell’Epimedium che desideri e inseriscilo nel carrello.

Fiori e piante in vendita di Epimedium f. flavescens 'La Rocaille'
Fiori e piante in vendita di Epimedium f. flavescens ‘La Rocaille’

Epimedium grandiflorum f. flavescensLa Rocaille’

La specie grandiflorum è la più ricca per quanto riguarda colori e sfumature dei fiori. La varietà “La Rocaille”, non fa eccezione, presentando un fiore apparentemente bianco, ma in realtà, facendo più attenzione, di colore crema con sfumature lime. Queste tonalità di colore hanno riscosso di recente un certo successo. Ecco perché negli ultimi 15 anni tutti i cataloghi si sono arricchiti di fiori bianchi con sfumature lime o verdastre. I boccioli, aprendosi, mantengono per breve tempo i sepali esterni rossastri, che in seguito, cadranno. I sepali interni hanno una colorazione crema  omogenea, mentre nei petali il colore base si arricchisce di sfumature con l’apice degli speroni e il bordo della parte centrale più chiari del resto del fiore. Come tutti i glandiflorum, anche in questo caso, le foglie vengono perse d’inverno. Ricompariranno in primavera con una colorazione ramata più o meno omogenea, che col passare del tempo, rimarrà confinata verso il margine esterno prima di scomparire. Le foglie sono abbastanza grandi, allungate e di colore verde durante l’estate. Gradisce terreni acidi freschi e umidi ,ma ben drenati. Altezza 35 cm, larghezza 40 cm.

Questa varietà è attualmente disponibile. Se desideri acquistarla vai in cima alla pagina e clicca su “scegli un’opzione”. Si aprirà un elenco di varietà. Clicca sul nome dell’Epimedium che desideri e inseriscilo nel carrello.

Epimedium 'Spine Tingler'
Epimedium ‘Spine Tingler’

Epimedium X ‘Spine Tingler’

La caratteristica più interessante di questo simpatico Epimedium è rappresentata dalle foglie: strette, allungate, bordate da numerose ed inoffensive spinette, con lamina lucida quasi lucente. I fiori leggeri ed esili, sono formati da sepali color lime, e petali giallo chiaro con lunghi e stretti speroni ricurvi verso terra. La fioritura viene esaltata dal fogliame giovane di colore rosso rame. Questa varietà sempreverde, è una delle tante provenienti dal lavoro di Darrel Probst, e in alcuni cataloghi la si può trovare indicata col sinonimo: ‘Spinx Twinkler’. Altezza 20 cm., larghezza 30 cm. (resiste sino a -10,-30°C)

Questa varietà è attualmente disponibile. Se desideri acquistarla vai in cima alla pagina e clicca su “scegli un’opzione”. Si aprirà un elenco di varietà. Clicca sul nome dell’Epimedium che desideri e inseriscilo nel carrello.

Epimedium rhizomatosum
Epimedium rhizomatosum

Epimedium rhizomatosum

Come indicato dal nome botanico, la caratteristica di questo Epimedium è data dalla presenza di rizomi, che allungandosi, appena sotto il livello del terreno, permettono alla pianta di allargarsi anche di 30 cm. all’anno. Altra peculiarità, poco diffusa , è la presenza di due fioriture : una ad aprile, e una seconda a fine giugno- inizi luglio.  Il fiore è formato da: sepali esterni, interni e petali. I sepali esterni (3 mm.) cadono molto presto e possono essere provvisti di screziature porpora. I sepali interni (6mm.), di color crema, permangono sino a sfioritura. I petali ben sviluppati con sperone (2 cm.) allungato e curvato sono di colore giallo. Nel complesso il fiore è abbastanza grande(4-5 cm.). Le infiorescenze sono alte 10-30 cm e permettono ai fiori di evidenziarsi bene sopra il fogliame. La pianta è sempreverde e presenta il fogliame primaverile screziato di bruno-mattone che a maturità virerà verso un verde medio. Originario della provincia di Sichuan, cresce spontaneo in ambiente boschivo (2000-2200 m. di altitudine). Altezza 30 cm. Larghezza 30-100 cm.. Resiste al freddo sino a -10,-20°C.

Questa varietà è attualmente disponibile. Se desiderate acquistarla andate in cima alla pagina e cliccate su “scegli un’opzione”. Si aprirà un elenco di varietà. Cliccate sul nome dell’Epimedium che desiderate ed inseritelo nel carrello.

Epimedium grandiflorum 'Circe'
Epimedium grandiflorum ‘Circe’

Epimedium grandiflorum ‘Circe’

Ci sono in commercio diversi Epimedium grandiflorum con questa tonalità di colore. Probabilmente ogni ibridatore ha voluto crearne uno leggermente diverso da quello già in commercio. Troverete il ‘Beni Chidori’ con una sfumatura bianca più accentuata e ‘Yubae’ più alto ma meno fiorifero. Noi abbiamo in collezione solo questa varietà creata nel 2006 da Darrel Probst.  Non abbiamo mai pensato di sostituirla perché ci ha sempre dato una certa soddisfazione fiorendo abbondantemente ogni anno. I suoi fiori, viola carminio, con la punta degli speroni bianca, abbondanti sopra il fogliame giovane verde-bronzo, sono ben evidenti e particolari. Nel complesso una pianta così carina da meritare di essere esposta. Non per niente, nell’ambito della manifestazione Murabilia 2019 dedicata alle piante giapponesi, noi abbiamo scelto di esporre proprio la varietà ‘Circe’. Terminata la fioritura le foglie diventano verde chiaro. Devo ricordare che, come per tutti gli E.  grandiflorum, anche queste piante perdono le foglie in inverno e gradiscono un terreno fresco, umido e moderatamente acido. Altezza 28 cm., larghezza 30 cm. (resiste sino a -10-20°C)

Questa varietà sarà disponibile da fine settembre.

Informazioni aggiuntive
Epimedium

E. brachyrrizum, E. x 'Domino', E. davidii, E. fargesii 'Pink Constellation', E. grandiflorum 'Circe', E. leptorrhizum 'Mariko', E. ogisui, E. x 'Pink Champagne', E. stellulatum 'Yukiko', E. wushanense, E. ilicifolium, E. x 'Spine Tingler, E. grandiflorum f. flavescens 'La Rocaille', E. wushanense 'Caramel', E. x youngianum 'Tamabotan', E. grandiflorum var. Higoense 'Bandit', E. x 'Amanogawa', E. x 'Domino', E. stellulatum 'Wudang Star', E. rhizomatosum

Privacy Preference Center